I NOSTRI SPONSOR

Visite Homepage

 

LA STORIA!!!

 

C’era una volta... anzi c’è!!! C'è un piccolo paese di campagna, Fossona, che sorge ai piedi dei colli euganei che ha scoperto da poco che non esiste solo il calcio.

 

Nell’estate del 2004, quattro amici (Lele, Coe, Ferro e Bissa), stanchi di giocare il solito calcio frustrante e poco divertente nelle solite squadre di prima (seconda e terza categoria) iniziano a trovarsi per qualche partitella di calcio a 5 e, mancando il quinto, cercano e trovano il portiere (Checco).

 

Dopo 3 o 4 partitelle, davanti a quattro birre e una coca, la sparano grossa e, ridendo, sognano di formare una squadra amatoriale: basta trovare altre 3 persone...!

L’importante è stare assieme, divertirsi, ridere, stare bene, creare momenti di convivialità e dare il giusto senso a questo gioco, lasciando da parte soldi, interessi, agonismo estremo…

 

Però manca l’aspetto più importante: dobbiamo trovare un presidente, uno che di calcio non ci deve capire proprio niente, ma che sia bravo a fare gruppo e che abbia l’entusiasmo giusto: il perfetto identikit di Fiore.

E l’allenatore? "Beh guarda...", dice uno di noi, "c’è il Picchio, ha 3 o 4 crociati in meno, 3 o 4 chili in più, ma è un appassionato, di calcio un po’ se ne intende e di sicuro a birre e salsicce ci sa fare."

E in via Mocenigo 4, la sera del 7 settembre del 2004, davanti a una decina di bottiglie di cabernet, nasce la Fossanina.

Fossanina è il nome all’origine del nostro paese, Fossona, ed è lì che noi volevamo arrivare, all’origine del senso sportivo, fatto di rispetto delle regole e dell’avversario, e di sano movimento che fa divertire.

 

E dove ci possiamo trovare per i nostri incontri, le nostre riunioni, le nostre cene? Dopo aver sfruttato per un paio d’anni “Casa Fero”, ecco che ci appropriamo del “Brus Bar”, che con maestria e simpatia ci ospita in qualsiasi momento.

 

Ci sembra impossibile... sono passati poco più di sei anni, e la famiglia Fossanina (cioè atleti, dirigenti, morose, mogli, figli, tifosi, amici e simpatizzanti) ora è formata da più di 60 persone. Che soddisfazione, e più passa il tempo, più siamo richiesti…!!!

 

Ma ora un po di numeri:

 

- 5 partecipazioni al campionato CSI di Padova

- 1 partecipazione al campionato di serie D – FIGC di Padova

- 2 titoli provinciali CSI

- 2 terzi posti regionali

- 2 coppe disciplina CSI

- 1 coppa Fair Play CSI

- 3 primi posti nella classifica marcatori CSI

- 1 settimo posto alla prima partecipazione in serie D

- 1 primo posto nella classifica marcatori in serie D

- Diversi primi posti a tornei locali

- Partecipazioni al torneo FIDAS regionale di Fonzaso di calcio a 7

 

Pochi anni di vita, ma tante, tantissime soddisfazioni sportive…ma soprattutto una moltitudine di soddisfazioni personali e di amicizia.

L’obbiettivo primario della Fossanina a.s.d. è sempre stato il gruppo, e quello vince sempre. Nessun litigio, tante esperienze extra calcistiche, inserimento nell’attività sociale del territorio, sono esempi di identificazione della società.

Dal secondo anno di vita, usando come pretesto l’addio al celibato del nostro presidente, abbiamo intrapreso l’attività di alpinismo escursionistico sulle dolomiti, arricchito dall’attività culinaria e dall’amore per tutto ciò che sa di vino (resterà negli annali la scena di Fero, che svuota lo zaino colmo solo di vinrosso e soppressa).

Rituali sono ormai le cene presso l’ospitalissima casa di Vale, con i suoi splendidi genitori e nonni che diventano cuochi impeccabili.

E impeccabili erano, ma lo saranno ancora, le cene a casa del solito Fero, con la partecipazione speciale della mitica Pina e della mummia…!

 

Il nostro Presidente, poi, ha coinvolto poi quasi tutti nel gruppo FIDAS, diventato un riferimento per noi e uno stimolo per promuovere, non solo nel nostro territorio comunale, la sensibilizzazione alla donazione di sangue.

 

 

 

E se continueremo sempre così... mettendo davanti a tutto, i veri valori umani e sportivi... VIVREMO SEMPRE ... FELICI E CONTENTI!

 

 

 

 

 

 

--------------------------------------------------------------------

 

Qualche frase storica:

 

Bagari (con le braccia aperte penzolanti), alla prima partita della nostra storia:

"ehhh, se no me spieghè e regoeeee…."

 

Quarti di finale regionale:

Fero: “Mister, ghe ze Bissa che ghe ne fa come l’aio”

Bissa: “No mister, no ze mia vero”

Picchio: “Vien Fero…te cavo”

Entra Lepre, cinque secondi e segna subito…

 

Pato: "cavè chel dooooooo!!!!!!"

 

Checco, sparito dopo l’intervallo: “scuseme tosi, pensavo che ea fusse vestia”

 

Lele dopo la sconfitta col Nativitas, al forte attaccante ospite:

“Ti te si forte, ma te si na bruta persona...”

 

Lele Vigo, dopo la sconfitta in semifinale regionale, viene colto in flagrante mentre rimprovera il telefono della doccia dicendogli a voce alta:

“abda..abllaaabla..abda….iuiuiuiu”

 

Fero, si rivolge ad un avversario:

“se essere ebeti, se misurasse co na foia, te sarissi na pianta de rosmarin”

 

Caniggia, dopo che un compagno sbaglia un gol:

“te ze ndà zo ea caena!”

 

Lepre, in ogni momento:

“assè che ea zente diga…ea meio roba ze sempre ea….”






Designer and creator: Edoardo Slaviero. Validator Thread: XHTML and CSS.